liquidazione società

Come sciogliere una società

Come sciogliere una società

I rapporti societari a volte possono raggiungere un punto di rottura in cui uno o più soci non riescono più a riconoscersi nella politica societaria. Spesso si rende quindi necessario sciogliere la società. Ma come fare tutto ciò nel pieno rispetto della legge? Lo studio Genghini ed associati oggi ci spiegherà brevemente come si possono affrontare i passi necessari per effettuare lo scioglimento in maniera corretta.

Bisogna prima di tutto comprendere di che tipo di società si parla, poichè la legge regola in maniera differente le società di capitali (artt. 2484 e ss. del codice civile) da quelle di persone (artt. 2272, 2308 e 2323 del codice civile).

Nel caso di società di capitali lo scioglimento della società viene deliberato dal consiglio di amministrazione e la procedura implica che ci sia una totale liquidazione del capitale societario, questo passaggio, per norma di legge, è obbligatorio e non può essere omesso in nessun modo.

Per quanto riguarda la società di persone invece lo scioglimento può avvenire nel momento in cui uno o più soci decidono di ritirarsi dalla società e la procedura di liquidazione, a differenza del caso precedente, è meramente facoltativa. Una volta liquidati tutti i beni e assolti gli eventuali debiti societari, la società può considerarsi estinta.

In entrambi i casi per sciogliere una società il ruolo di un notaio è fondamentale sia per l’assistenza che egli può fornire, sia per siglare in maniera corretta gli atti di scioglimento e liquidazione (nel caso di società di capitali). Lo studio Genghini e associati può fornire suddetti servizi e molto altro grazie al suo gruppo di esperti. Non esitate dunque a visitare il sito internet e a prenotare una consulenza o un preventivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *