decreto prescrizione

Intesa sulla Prescrizione, ecco i termini dell’accordo

Intesa sulla Prescrizione, ecco i termini dell’accordo

Nei giorni scorsi uno dei dibattiti più accesi fra i due partiti di maggioranza è stato il decreto sulla Prescrizione. Da un lato il Movimento 5 Stelle che ne chiedeva l’abolizione, dall’ altro la Lega che invece premeva per alcuni emendamenti ma non per la rimozione totale. Dopo la riunione tenutasi ieri si è finalmente giunti ad un accordo, ma non sono mancate le polemiche dalle opposizioni.

L’accordo concede ai penta stellati di inserire la prescrizione nel decreto anticorruzione, mentre la Lega ottiene alcuni emendamenti, già proposti in precedenza, sul medesimo decreto. Un compromesso che ha agevolato la stesura del testo velocizzandone l’accesso in Parlamento, così da poterlo presentare già il 19 Novembre anche alla Camera e sperare nella sua approvazione entro il 21.

Da definire ancora rimane però il metodo e le tempistiche con cui la prescrizione dovrebbe avere luogo. Secondo il Movimento 5 Stelle, dovrebbe entrare in vigore già dal 2020, mentre la Lega crede che si debba attendere l’ approvazione della riforma Bonafede sul processo penale. Le tensioni dunque non accennano a diminuire e a rincarare la dose ci pensano le opposizioni che hanno rischiato addirittura di scatenare una rissa.

Il motivo della protesta è stato lo scavalcamento da parte della maggioranza del Parlamento, per accelerare i tempi di approvazione dell’ accordo. Molti manifestanti delle varie fazioni politiche di minoranza hanno scatenato il caos, tanto da costringere il presidente Roberto Fico a sospendere la seduta.

Alcuni giornalisti hanno poi intervistato il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede chiedendogli se la prescrizione fosse legata al decreto per la riforma del processo penale, cosa smentita immediatamente:” l’accordo politico è che va fatta la riforma del processo penale e che la delega deve avvenire entro dicembre 2019, nella legge anticorruzione che entra in vigore a gennaio non c’è alcun collegamento con altre leggi. Quella entra in vigore comunque”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *